SPA Magazine
Chiudi
Richiedi Informazioni a tutti gli Hotel
Desideri ricevere un’offerta personalizzata o maggiori informazioni sul soggiorno? Compila i campi qui sotto, dettaglia la tua richiesta e con il click su “Invia Richiesta” invii il tuo messaggio direttamente a tutti gli Hotel Partner, che ti risponderanno nel più breve tempo possibile.

Se desideri info sulle cure e/o sul territorio, scrivi una mail a info@abano.it

Invia Richiesta
Chiudi
Condividi via E-mail
Nome
Cognome
La mia E-Mail
E-Mail del mio amico
Messaggio
Invia Richiesta
Chiudi
Condivi con gli amici
Condividi su FaceBook
Condividi via Email
Chiudi
Offerte Riservate a TE
Invia Richiesta
 
La pianta del tè

La pianta del tè o Tea Sinensis è una pianta sempreverde, appartiene alla famiglia delle camelie, ne esistono 3 varietà simili, quella cinese, quella assamica e quella cambogiana. La pianta del tè ha foglie verde scuro, lucide e coriacee e piccoli fiori bianchi simili al gelsomino, il frutto ricorda la noce moscata e contiene da 1 a 3 semi.

 
Caratteristiche

L’habitat ideale è un clima caldo e umido, con temperature tra i 10° ed i 30°, precipitazioni annue di 200-330 cm e quote comprese tra i 300 ed i
2000 metri. Altitudine ed umidità sono i fattori che determinano la crescita lenta della pianta con i migliori risultati a quote più elevate.

Nei paesi più caldi le piante producono getti in abbondanza, mentre nei climi più freschi la stagione della germinazione è più corta e meno rigogliosa.
Le foglie dei primi getti sono le più ricercate, ma sono i secondi germogli che danno il tè migliore.

Alta in origine anche 9 o 10 metri è stata ridotta dall’uomo ad un cespuglio che varia in altezza da 90 a 120 cm per rendere più agevole la raccolta delle foglie da parte delle raccoglitrici, infatti in prevalenza si tratta di donne, lunghi
filari di questi cespugli costituiscono i giardini
del tè, così vengono chiamate le piantagioni di tè.

 

Quattro tipi di raccolta

Nel caso dei tè più fini le raccoglitrici strappano simultaneamente
2 foglie ed 1 germoglio muovendo il pollice verso il basso e li mettono in ceste poste sulle loro spalle.

1. raccolta imperiale:

un tempo destinata ai giardini imperiali di Cina, oggi ai tè pregiati, si preleva il germoglio e la prima foglia;

2. raccolta fine:

produce tè di qualità, si raccoglie la prima e seconda foglia oltre al germoglio;

3. raccolta corrente:

si raccoglie il germoglio e si scende fino alla terza foglia;

4. raccolta
meccanizzata:

raccolta realizzata per mezzo di strumenti meccanici.

 
 
 
A cura di Viviana Bianchi
(presidentessa dell'associazione
Caracol di Como)
Tipologie

La Camelia Sinensis, la varietà cinese, può raggiungere i 3 o 4,5 m. di altezza, prospera in Cina, Tibet e Giappone, tollera temperature molto basse, produce foglie lunghe circa 6 cm. e vive fino a 100 anni;

la Camelia Assamica, la varietà indiana, è considerata un albero, raggiungendo altezze fino a 18 m., con foglie di 25-35 cm di lunghezza, fiorisce nei climi tropicali ed ha una vita produttiva di circa 40 anni;

la Camelia cambogiana cresce fino a 4,5 m. ed è usata per la produzione di ibridi.

cosa acquistare

Zen Life
Tea Collection

Diverse selezioni di tè, presto acquistabili
on-line

Zen life
Sweet Moments

Piccoli biscotti da tè, presto acquistabili
on-line

libri consigliati

Il libro del tè

Okakura Kakuzo Feltrinelli, Gentili L.

Decidi di stare bene

Baroni, Diehl, Sonda, 2004

Wabi-Sabi per artisti, designer, poeti e filosofi

Leonard Koren, Ponte alle Grazie, 2002

Il Tè – verità e bugie, pregi e difetti

Gianluigi Storto Avverbi, 2006

 
Le diverse qualità di tè in commercio

Tè Bianco

prodotto in quantità minime in Cina, nella provincia del Fujian, i germogli sono strappati prima che si schiudano, quindi vengono fatti appassire per far evaporare l’umidità ed infine seccati, assumendo un colore argentato e danno un tè dal colore pallido, giallo paglierino e dall’aroma impalpabile.

 

Tè verde

sono spesso chiamati tè non fermentati, le foglioline appena colte vengono lasciate seccare per poi essere sottoposte ad un trattamento termico per bloccare la fermentazione che le farebbe marcire. In Cina si usano ancora metodi manuali tradizionali, specie per la lavorazione delle qualità più pregiate, ma in alcuni casi si ricorre alle macchine. In Giappone subito dopo la raccolta si cuociono velocemente le foglie al vapore.

Tè Oolong

prodotto in Cina e Taiwan (Formosa). In Cina le foglie non vanno colte troppo presto e vanno lavorate subito, questo processo di fermentazione (12-20%) viene bloccato dopo 1,5/2 ore.. A Formosa si lascia fermentare l’oolong più a lungo (60-70%), la varietà è più scura e dona un tè più ricco e dal colore più scuro. In entrambe i casi il tè oolong si presenta sempre a foglia intera.

 

Tè Nero

è il risultato dell’applicazione di un metodo tradizionale definito “ortodosso” (in uso in Cina, Formosa, India, Sri Lanka, Indonesia) con cui si ottengono pezzi di foglia più grandi, le foglie vengono arrotolate senza spezzarle ed emanano un odore di mela, quando viene arrotolata la foglia rilascia sostanze chimiche tali da definire il colore e l’aroma finale, i processi di lavorazione vengono effettuati attraverso l’uso di macchine pigiatrici. Si tratta di un tè fermentato al 100%, quindi risulta molto robusto e corposo.

Tè Aromatizzati

si ottengono con una base di tè verde, nero, oolong, alle cui foglie una volta lavorate cui vengono aggiunti vari tipi di aroma, fruttati e fioriti, è molto importante che si tratti di oli essenziali naturali.

 

Tè Pressati

si presentano come delle vere e proprie mattonelle di tè, sono costituite da tè in polvere messo sotto pressa a formare queste lastre di circa 1 kg. Esistono anche panetti piccoli, tè in palline,sotto forma di nido o tazza.

© 2011-2015 Inartis Systems S.r.l. - P.I. 03554360283 - Tutti i diritti riservati