Sport e itinerari
Chiudi
Richiedi Informazioni a tutti gli Hotel
Desideri ricevere un’offerta personalizzata o maggiori informazioni sul soggiorno? Compila i campi qui sotto, dettaglia la tua richiesta e con il click su “Invia Richiesta” invii il tuo messaggio direttamente a tutti gli Hotel Partner, che ti risponderanno nel più breve tempo possibile.

Se desideri info sulle cure e/o sul territorio, scrivi una mail a info@abano.it

Invia Richiesta
Chiudi
Condividi via E-mail
Nome
Cognome
La mia E-Mail
E-Mail del mio amico
Messaggio
Invia Richiesta
Chiudi
Condividi con gli amici
Condividi su FaceBook
Condividi via Email
Chiudi
Offerte Riservate a TE
Invia Richiesta
 

GOLF - Gentlemen Only Ladies Forbidden:

un po’ di storia, aneddoti e consigli su questo elegante e sofisticato sport

Il Golf, con la sua aurea nobile
e sofisticata, evoca immagini di sport costoso, per pochi eletti e… terribilmente noioso.
Tutti preconcetti sfatati dall’intervista a Giovanni Veronelli, Maestro di Golf presso il Golf Club La Montecchia.
Il maestro Veronelli, professionista dal 1977, ci ha accompagnato in un tour del Golf Club nel corso di una lunga chiacchierata introduttiva a questo sport.

golf

Il golf non è solamente uno sport

E’ anche una pratica di concentrazione, un esercizio teso alla ricerca dello swing perfetto, in una cornice naturale di pace e relax. Non a caso il golf è considerato lo sport più “interno” che si gioca all’esterno in Occidente, in quanto richiede una notevole capacità di abbandonare i pensieri e le preoccupazioni che ci accompagnano nella vita di tutti i giorni, per impegnare la nostra mente solo nella concentrazione che il gioco richiede. Per gli anglosassoni, invece, il golf è semplicemente “the Game”, ovvero “il gioco” senza alcun bisogno di altra specificazione.

Dal punto di vista salutistico

il golf è un’attività completa che utilizza armoniosamente i muscoli di gambe, braccia e tronco, migliora la coordinazione e la capacità di concentrazione. E’ indicato per la riabilitazione in caso di problemi cardiocircolatori, tanto che in America le compagnie di assicurazione sanitaria offrono degli sconti a coloro che praticano il golf, in quanto, statisticamente, sono meno soggetti ad infarti!

golf

Gentlemen Only Ladies Forbidden

Fino a qualche tempo fa in Inghilterra le donne non potevano accedere ai campi da golf, essendo questa un’attività riservata ai gentiluomini, così si diffuse la credenza che golf fosse l’acronimo di “Gentlemen Only Ladies Forbidden”. In realtà oggi il golf è molto praticato dalle donne, a smentita del preconcetto che lo vede adatto solo ad inverosimili signori di mezza età vestiti con pantaloni a quadri, polo e maglioncino.

Ecco un altro dei luoghi comuni
che circondano questo sport:

Ovvero che per praticarlo sia necessario adottare un particolare codice d’abbigliamento. Da quello che abbiamo potuto osservare al Golf della Montecchia, l’unico tipo di abbigliamento indossato dai golfisti è quello più comodo e pratico possibile, come ci ha assicurato anche il maestro Veronelli! Unica regola: i jeans non sono ammessi per i professionisti. E, oltre che dalle donne, il golf è amato anche dai più piccoli che vengono avvicinati alla pratica di tale attività grazie ad esercizi ludici di gruppo.

 

La storia:
palle di stracci e pecore

Molte civiltà nel corso dei secoli hanno praticato uno sport in cui una pallina veniva colpita da una mazza. I romani, ad esempio, conoscevano un gioco simile al golf chiamato “paganica” in cui colpivano palle fatte di stracci. In Olanda durante il Medio Evo si giocava il “kolf”, come testimoniano alcuni quadri fiamminghi. La vera patria del golf, dove il gioco è stato codificato, è tuttavia la Scozia, in particolare la costa orientale. All’inizio era giocato dai pastori, come testimoniano i bunkers, gli avvallamenti sabbiosi posti ad ostacolo del green. I bunkers altro non sono che il retaggio delle buche scavate dai contadini scozzesi per la protezione delle greggi. Il gioco del golf era talmente popolare in Scozia che nel 1457 il re di Scozia Giacomo IIlo vietò, dato che a causa sua si trascuravano le "nobili arti" della guerra e, nel XVI secolo, la Chiesa proibì che lo si praticasse la domenica.

 

L’attrezzatura

L’attrezzatura La sacca da golf deve contenere al massimo
14 pezzi, così divisi: 3 o 4 legni , 9 ferri, 1 putter

legni ferri attrezzi

I legni

vengono generalmente usati per i lanci dal tee (zona di partenza del percorso).

I ferri

vengono utilizzati per colpire la pallina nelle diverse situazioni lungo il percorso; sono numerati e, con il procedere della numerazione, aumenta l’angolazione del ferro di 4°. La scelta dei ferri dipende dalla posizione della pallina e dall’esperienza del golfista.

Il putter

serve per accompagnare la pallina in buca una volta giunta sul green.

 
 

Vocabolario

Chipping: colpire con forza la pallina

Putting: accompagnare la pallina in buca

Fairway: (deriva dal gergo della marina) parte del percorso da seguire per mandare la pallina sul green. Qui l’erba è accuratamente tagliata.

Green: parte finale del percorso, ove si trova la bandierina.

 
 
 
 
veronelli

Un sentito ringraziamento per la cortesia e l’eleganza nella spiegazione

al Maestro Giovanni Veronelli,
Golf Club La Montecchia

 
 
 
© 2011-2015 Inartis Systems S.r.l. - P.I. 03554360283 - Tutti i diritti riservati