Sport e itinerari
Chiudi
Richiedi Informazioni a tutti gli Hotel
Desideri ricevere un’offerta personalizzata o maggiori informazioni sul soggiorno? Compila i campi qui sotto, dettaglia la tua richiesta e con il click su “Invia Richiesta” invii il tuo messaggio direttamente a tutti gli Hotel Partner, che ti risponderanno nel più breve tempo possibile.

Se desideri info sulle cure e/o sul territorio, scrivi una mail a info@abano.it

Invia Richiesta
Chiudi
Condividi via E-mail
Nome
Cognome
La mia E-Mail
E-Mail del mio amico
Messaggio
Invia Richiesta
Chiudi
Condividi con gli amici
Condividi su FaceBook
Condividi via Email
Chiudi
Offerte Riservate a TE
Invia Richiesta
 
   

N.12 - Sentiero del Monte Fasolo

 

Come raggiungere il punto
di partenza

Raggiungere il sentiero da Abano Terme (16 km): Percorrere la provinciale San Daniele fino al centro di Torreglia. Proseguire fino a Galzignano e prendere la provinciale 99 Cingolina, che sale fino al passo del Roverello per poi scendere verso Faedo.
Proprio al passo ove è presente un’area di sosta attrezzata aree di sosta, svoltare a sinistra per la stradina che risale il Monte Peraro (per circa 3 km) fino a raggiungere, dopo una breve discesa, un incrocio con le vie Giarin e Monte Fasolo. E’ possibile parcheggiare qui, ai margini della strada.

Fattoria Monte Fasolo
 

Il sentiero

Già dal primo tratto si entra in un bosco misto di carpini, frassini e roverella e un sottobosco di pungitopo. Il sentiero prosegue in leggera salita, incontra dapprima alcuni esemplari di albero di Giuda (Siliquastro – Cercis siliquastrum) dalle tipiche foglie cuoriformi e successivamente dei castagni, che fanno intuire il cambio di versante, ora esposto a nord-est. Il bosco diventa più fitto, più fresco e anche nel sottobosco si possono riconoscere l’epimedio alpino e la felce aquilina, veri reperti dell’era glaciale.

sentiero

Una successiva deviazione scende sulla destra per una cinquantina di metri di quota e poi, subito a sinistra, consente di raggiungere alcuni maestosi esemplari di faggi centenari, una rarità per questo ambiente; in prossimità di questi monumenti vegetali vi è un punto di sosta attrezzato con panche.

percorso  

 

Proseguendo per il sentiero in dolce risalita, ricompare il bosco luminoso e misto e ci si raccorda nuovamente con il sentiero principale (che salta la deviazione per i faggi), per poi spuntare con un curva a gomito a sinistra sulla carrareccia che percorre tutta la dorsale del monte Fasolo.

 

La strada sale dolcemente tra vigneti a destra e a sinistra: è il famoso e panoramico viale dei mandorli che è bellissimo percorrere a inizio primavera quando è in piena fioritura. Da qui è possibile avere un panorama a 360°: a nord i monti Venda e Vendevolo e a sud i colli meridionali, il Monte Rusta, il Gemola, i Monti Cero e Castello, il Monte Cecilia, il Monte Ricco e il Ventolone, che degradano tra vigneti fino alla pianura.

In prossimità della Fattoria Monte Fasolo, un bellissimo esemplare di bagolaro fa ombra su una panchina per una sosta; poco più in là, a sinistra sulla cima del monte (301 m slm), circondata da alcuni cipressi, la bella chiesetta di San Gaetano . Proseguendo su questa strada sterrata, circondati da vigneti, si ridiscende al punto di partenza osservando in più punti gli affioramenti delle rocce sedimentarie di cui è costituito l’intero colle (scaglia rossa, biancone, marne).

Da non perdere

Nelle vicinanze, deviando dal sentiero:

• Villa Beatrice – Museo naturalistico
(1,5 km)

• Chiesetta Santa Lucia del XV secolo
 (2,2 km)

Vai alla scheda
di Casa Marina »
  Villa Beatrice d'Este
 
 
 
Mappa Percorso
Partenza: Incrocio tra le vie Monte Fasolo e via Giarin, in comune di Cinto Euganeo
Lunghezza: 2,2 km
Dislivello: m 60 (100 con la deviazione per i faggi centenari)
Quando: tutto l’anno, ma in particolare in primavera e in autunno per i colori del paesaggio.
Durata: 2 ore (la deviazione per i faggi centenari ha un tempo di percorrenza di circa
30 min)
Grado di difficoltà: nessuno. Si consiglia abbigliamento idoneo e calzature di tipo escursionistico.
Scarica la mappa in formato pdf »
per vedere e stampare la cartografia
del sentiero
 
Un ringraziamento al Parco Regionale dei Colli Euganei per la gentile concessione all’uso della cartografia dei sentieri - www.parcocollieuganei.com »
 
 
© 2011-2015 Inartis Systems S.r.l. - P.I. 03554360283 - Tutti i diritti riservati