Terme Salute
Chiudi
Richiedi Informazioni a tutti gli Hotel
Desideri ricevere un’offerta personalizzata o maggiori informazioni sul soggiorno? Compila i campi qui sotto, dettaglia la tua richiesta e con il click su “Invia Richiesta” invii il tuo messaggio direttamente a tutti gli Hotel Partner, che ti risponderanno nel più breve tempo possibile.

Se desideri info sulle cure e/o sul territorio, scrivi una mail a info@abano.it

Invia Richiesta
Chiudi
Condividi via E-mail
Nome
Cognome
La mia E-Mail
E-Mail del mio amico
Messaggio
Invia Richiesta
Chiudi
Condividi con gli amici
Condividi su FaceBook
Condividi via Email
Chiudi
Offerte Riservate a TE
Invia Richiesta
 

Trattamento dei problemi circolatori

Per "problemi circolatori" si intendono
quelle manifestazioni negative a carico della circolazione venosa.

Numerose sono le cause che conducono a tali problematiche, quali l’ereditarietà, un affaticamento prolungato, la ritenzione idrica, la sedentarietà, il sovrappeso. La prevenzione deve pertanto agire su più fronti ed è importante che avvenga in seguito ad un’analisi medica approfondita.

problemi circolatori

Le problematiche circolatorie più comuni:

  • Le vene varicose: lo sfiancamento delle vene;

  • I capillari visibili ed ingrossati: tecnicamente le teleangectasie;

  • La stasi venosa: il rallentamento del flusso del sangue venoso in alcuni distretti;

  • I piedi freddi: in realtà sono solo la manifestazione di un problema circolatorio causato dalla cellulite e da una certa pigrizia vasomotoria (una ridotta attività di contrazione e decontrazione dei vasi).

terapia  

Muoversi in acqua termale

L'attività fisica in acqua termale è una delle terapie migliori per chi soffre di problemi circolatori, perché all'azione motoria si unisce l'effetto massaggio dell'acqua. I benefici dell'acqua termale sono ulteriormente potenziati dall’immersione alternata in acqua calda e acqua fredda: si tratta di un'ottima "ginnastica vascolare", che allena il rilasciamento e la costrizione dei vasi (l'acqua calda infatti dilata i vasi, mentre l’acqua fredda ha effetto vaso-costrittore).

 

Il programma dell'attività motoria
da svolgere in acqua termale

se realizzato da una persona competente e preparata,
saprà sfruttare al meglio tutti i benefici di un movimento corretto e dell'attività in acqua termale, ovvero:

  • L'aumento della pompa muscolare: mentre l'acqua avvolge e massaggia le gambe durante la ginnastica, la contrazione volontaria della muscolatura agisce da "pompa muscolare", favorendo la risalita del sangue dai distretti inferiori verso il cuore;

  • L'aumento del ritorno venoso al cuore grazie alla riduzione della forza di gravità in acqua;

  • La vasodilatazione superficiale della pelle;

  • L'azione di pompa muscolare sui vasi;

  • L'azione di ginnastica vasale (alternando acqua calda e fredda).

 

     ALCUNI CONSIGLI

  • Se l'acqua è particolarmente calda (più di 35°) evitare di rimanere in piscina più di 20/30 minuti, perché una vasodilatazione massiccia e prolungata potrebbe avere effetti opposti a quelli ricercati.

  •  Eseguite movimenti adatti alle vostre possibilità e condizioni (informate sempre l'istruttore di eventuali problemi).

  •  Affidatevi ad un istruttore qualificato ed esperto che conosca i problemi e gli effetti del movimento in acqua termale.

  •  Bevete spesso prima, durante e dopo l'esercizio fisico in acqua termale (anche se non ve ne accorgete, in acqua termale si suda molto e si rischia di essere soggetti a crampi). La bevanda ideale è acqua addizionata di sali ed oligoelementi (per rimpiazzare quelli perduti con il sudore).  

 

 
© 2011-2015 Inartis Systems S.r.l. - P.I. 03554360283 - Tutti i diritti riservati