Terme Salute
Chiudi
Richiedi Informazioni a tutti gli Hotel
Desideri ricevere un’offerta personalizzata o maggiori informazioni sul soggiorno? Compila i campi qui sotto, dettaglia la tua richiesta e con il click su “Invia Richiesta” invii il tuo messaggio direttamente a tutti gli Hotel Partner, che ti risponderanno nel più breve tempo possibile.

Se desideri info sulle cure e/o sul territorio, scrivi una mail a info@abano.it

Invia Richiesta
Chiudi
Condividi via E-mail
Nome
Cognome
La mia E-Mail
E-Mail del mio amico
Messaggio
Invia Richiesta
Chiudi
Condividi con gli amici
Condividi su FaceBook
Condividi via Email
Chiudi
Offerte Riservate a TE
Invia Richiesta
 

I like o… Ahi, che dolore?

La digito-follia sovraeccita… ma non necessariamente come vorremmo!

L’avvento degli Smartphone, la connettività disponibile ovunque e a qualunque ora e il diffondersi dei Social Network ha portato molti di noi a sentire il bisogno di sentirsi sempre connessi, attivi ed informati, non solo per studio e lavoro, ma anche come momento di svago, di piacere personale.

Ciò significa che passiamo ore e ore del giorno (e della notte) a sovra-stimolare i nostri pollici. Un vero e proprio cambio di abitudini per il nostro corpo: fino a pochi anni fa infatti era l’indice il protagonista delle nostre mani (talvolta anche il medio, sicuramente non per cause nobili…): la nuova generazione è pollice-dipendente.

Questo continuo movimento dei nostri pollici sui dispositivi di ultima generazione per messaggiare, chattare, postare e cercare, stressa la parte interessata e crea un trauma continuo, dovuto anche alla durezza della superficie sulla quale digitiamo.

tendinopatia
 

I classici campanelli d’allarme che ci lancia la nostra parte stressata

ovvero fastidio e dolore, vengono solitamente ignorati, cedendo il passo nel tempo a vere e proprie patologie, quali ad esempio:

  • Artrosi del pollice, o rizoartrosi

  • Tendinopatia degli arti superiori: il continuo stress da digito-follia crea infiammazione anche dei tendini coinvolti, sviluppando vere e proprie tendinopatie che da uno stato acuto, se trascurate, possono cronicizzare e coinvolgere l’intero arto superiore.

  • Patologie della spalla e del tratto cervicale della colonna: carico e tensione di queste zone, debilitate da una postura tutt’altro che corretta, che si traduce in collo curvo e spalle “chiuse” per utilizzare il dispositivo che teniamo in mano, che si traduce in mal di testa, cefalee, infiammazione, artrosi cervicale e discopatie.

  • Problemi alla vista: fissare per tempi prolungati lo schermo posto alla stessa breve distanza stressa gli occhi.

Quindi, che fare?

Le parole-chiave sono sempre le stesse:

 

1.

Moderazione. Sono uso errato e abuso che, alla lunga, provocano dolori, infiammazioni e patologie correlate.

 

2.

Prevenzione. Prendiamoci delle pause! Appoggiamo gli Smartphone, distendiamo collo e schiena, sgranchiamo i muscoli, pratichiamo un po’ di sano sport e… tuffiamoci nel mondo-salute delle terme di Abano e Montegrotto!

 
prevenzione

La fangoterapia a scopo preventivo allontana la comparsa dell’artrosi, stimola la produzione di cartilagine articolare, decontrae la muscolatura e, grazie ai principi attivi assorbiti durante le sedute, sfiamma e allontana il dolore.

 

Cure tanto efficaci quanto naturali

contro i problemi che ci “addolorano”

 
acqua

Se invece abbiamo ignorato i campanelli d’allarme e tendinopatie, cervicalgie, artrosi sono già nostre compagne di vita, affidiamoci a mani esperte per lavorare sul problema che ci “addolora”. L’acqua termale e l’idrokinesiterapia sono validi metodi anti-dolore e riabilitativi sia in fase acuta che in fase cronica.

acqua

Evitare i farmaci e le terapie invasive alle Terme di Abano e Montegrotto si può.
Ci vengono in aiuto elementi naturali quali l’acqua e l’Argilla Termale, coadiuvate da tecniche e terapie fisiche.

acqua

Sedute di rieducazione posturale, massaggi e fisioterapia aiutano a ripristinare l’ottimale stato tissutale, muscolare e osteo-articolare; soprattutto, ci riconnettono con il nostro corpo. Perché proprio qua sta il paradosso: viviamo in un’epoca in cui rimaniamo connessi H24 con il mondo …tranne che con noi stessi.

acqua

Alle Terme di Abano e Montegrotto, in ammollo nelle piscine termali a 34°C, scopriremo quanto è piacevole e rilassante distendere i nervi e sentirsi un po’ “fuori dal mondo”. Ma non preoccupatevi… in caso di crisi da astinenza, c’è sempre il Wi-Fi gratuito negli Hotel!

 

 
Elisa Bolognesi
Ibrahim Mahmoud

Abano.IT ringrazia per le informazioni e gli approfondimenti:

Dr. Ibrahim Mahmoud,
libanese, pratica agopuntura da 25 anni. Opera presso il centro di terapia antalgica dell’ospedale di Padova come agopuntore. Lavora come consulente di terapia antalgica e agopuntore presso vari hotel termali di Abano Terme ed è Direttore Sanitario dell’Hotel Savoia Thermae & Spa

© 2011-2015 Inartis Systems S.r.l. - P.I. 03554360283 - Tutti i diritti riservati